data aggiornamento 14/01/2021

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO GENERALE PER L'ASSEGNAZIONE ORDINARIA DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ANNO 2020

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO GENERALE PER L'ASSEGNAZIONE ORDINARIA DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ANNO 2020

Il Bando sarà attivo dal 21/12/2020 alle ore 12,00 dello 18/02/2021

Requisiti per la partecipazione al Bando:

a) - cittadinanza italiana o di uno stato aderente all'Unione europea; i cittadini stranieri hanno diritto di accesso secondo quanto previsto dalle disposizioni statali che regolano la materia;

b) - residenza anagrafica o sede di attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nell'ambito territoriale regionale per almeno cinque anni anche non continuativi; la residenza anagrafica o la sede lavorativa nell’ambito territoriale del Comune di Poggibonsi deve essere verificata al momento dell’assegnazione dell’alloggio;

b bis) - assenza di condanne penali passate in giudicato per delitti non colposi per i quali è prevista la pena detentiva non inferiore a cinque anni ovvero avvenuta esecuzione della relativa pena;

c) - situazione economica tale da non consentire, nel suddetto ambito territoriale, l’accesso alla locazione di alloggi nel libero mercato adeguati alle esigenze del nucleo familiare. Tale situazione reddituale, determinata con i criteri di cui al regolamento adottato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della situazione economica equivalente “ISEE"), deve risultare non superiore alla soglia di 16.500,00 euro di valore ISEE, ricavabile da certificazione ISE/ISEE in corso di validità.

d1) - assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare ubicato ad una distanza pari o inferiore a 50 Km. dal Comune di Poggibonsi.

d2) - assenza di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili o quote di essi ubicati su tutto il territorio italiano o all’estero, ivi compresi quelli dove ricorre la situazione di sovraffollamento, il cui valore complessivo sia superiore a 25.000,00 euro. Tale disposizione non si applica in caso di immobili utilizzati per l’attività lavorativa prevalente del nucleo. Per gli immobili situati in Italia il valore è determinato applicando i parametri IMU, mentre per gli immobili situati all’estero il valore è determinato applicando, ove possibile, i parametri IVIE (IVIE Imposta Valore Immobili Estero).

e1) - valore del patrimonio mobiliare non superiore a 25.000,00 euro. Tale valore si calcola applicando al valore del patrimonio mobiliare dichiarato ai fini ISEE, al lordo delle franchigie di cui al DPCM n. 159/2013, la scala di equivalenza prevista dalla medesima normativa. Nel caso in cui il nucleo richiedente sia diverso dal nucleo anagrafico ai fini ISEE, il patrimonio mobiliare non è quello riconducibile all’intero nucleo considerato dall’ISEE ma solo quello riferito al soggetto o al nucleo richiedente; il valore del patrimonio mobiliare, ovunque detenuto, è rilevato dalla  documentazione fiscale necessaria per la determinazione della componente mobiliare dell’indicatore della situazione patrimoniale, come definito all’articolo 5, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, 5 dicembre 2013, n. 159. A tale valore, al lordo delle franchigie di cui al DPCM 159/2013, verrà applicata la scala di equivalenza prevista dalla medesima normativa e riferita al solo nucleo richiedente.

e2) - non titolarità di natanti o imbarcazioni a motore o a vela iscritti nei prescritti registri, salvo che costituiscano beni strumentali aziendali;

e3) - non titolarità di un autoveicolo immatricolato negli ultimi 5 anni avente potenza superiore a 80 KW (110 CV). In caso di veicoli a propulsione ibrida non viene considerato l’apporto del propulsore elettrico. Sono fatti salvi gli autoveicoli che costituiscono beni strumentali aziendali;

f)  - non superamento del limite di 40.000,00 euro di patrimonio complessivo.
Il patrimonio complessivo è composto dalla somma del patrimonio immobiliare e del patrimonio mobiliare, fermo restando il rispetto dei limiti di ciascuna componente come fissati alle lettere d2) ed e1) del presente articolo;

g) - assenza di precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di alloggi realizzati con contributi pubblici o finanziamenti agevolati concessi per l'acquisto in qualunque forma dallo Stato, dalla Regione, dagli enti territoriali o da altri enti pubblici, con esclusione dei casi in cui l'alloggio sia inutilizzabile o perito senza dare luogo al risarcimento del danno;

h) - assenza di dichiarazione di annullamento dell'assegnazione o di dichiarazione di decadenza dall’assegnazione di un alloggio di ERP per i casi previsti all’articolo 38, comma 3, lettere b), d) e) ed f) della L.R.T. 2/2019, salvo che il debito conseguente a morosità sia stato estinto prima della presentazione della domanda ;

i) - assenza di attuale occupazione abusiva di alloggi di ERP senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, nonché di occupazioni non autorizzate secondo quanto disposto dalla normativa in materia, nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda.

BANDO di domanda (.pdf)

Informazioni per accedere al modulo

Passi per inviare la propria domanda:

  1. Accedere al portale
    - si può fare tramite SPID
    oppure
    - registrandosi con la propria email
    PRESTANDO ATTENZIONE ALLA CORRETTEZZA dei dati inseriti
    (una volta effettuata la registrazione si riceverà una mail con un link di attivazione: controllare nella cartella posta indesiderata/SPAM se non dovesse arrivare)
  2. dopodiché compilare la domanda cliccando MODULO di domanda:
    NB: La dimensione massima complessiva dei files allegati alla domanda NON puo' superare 10 MByte.
  3. Dopo aver compilato il modulo premere il bottone "Salva e invia"
    (si riceverà una mail di conferma con in allegato una copia della domanda compilata in formato PDF).

NB: Al termine della registrazione si riceverà una E-MAIL automatica contentente un link per confermare l'attivazione: se non si dovesse ricevere, si consiglia di verificare che la E-MAIL non sia nella cartella "Posta indesiderata" (o SPAM). La mail di attivazione può richiedere anche diversi minuti.

 

Si fa presente ai candidati che potrà essere utilizzato per le successive comunicazioni il numero di istanza  rilasciato dal sistema al momento della compilazione della domanda. Il suddetto numero è riportato sul modulo di domanda in basso a sinistra e nella pagina web "Gestione moduli personali".

Per informazioni telefonare al numero 📞 0577986341

o scrivere a ✉️ sostegno-abitativo@comune.poggibonsi.si.it

Per problemi tecnici scrivere a ✉️ istanzeonline@comune.poggibonsi.si.it

 

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su