data aggiornamento 29/07/2022

Assestamento di Bilancio, più spese per aumento energia e materiali

29 luglio 2022

Variazioni per corrispondere alle necessità contingenti legate al caro materiali e al caro energia, prudenza nelle scelte, servizi educativi e sociali inalterati, grande dinamicità sul fronte progettuale. Sono questi gli elementi portanti del Dup, Documento Unico di Programmazione per il prossimo triennio, e dell’assestamento di Bilancio, presentati, discussi e approvati ieri, 28 luglio, in Consiglio Comunale.

“C’è una situazione internazionale che chiaramente non dipende da noi ma che in maniera evidente incide sulle voci di spesa e ci obbliga a certe scelte e soprattutto ad essere prudenti. Anche in questo passaggio normativo, di aggiornamento del DUP e di assestamento di Bilancio, abbiamo agito con prudenza introducendo variazioni utili a garantire i servizi e a proseguire nella concretizzazione dei progetti, certo andando per priorità a partire da quella della scuola”, ha detto l’assessore competente illustrando gli atti. “Qualità e quantità dei servizi alla persona restano inalterati – prosegue - così come prosegue l’impegno sul fronte progettuale che ci consente, pur in un contesto complesso, di sviluppare una strategia a 360°. Obiettivo è costruire e cogliere le opportunità presenti e trasformarle in opere, servizi, risorse che entrano in circolazione”.
Nell’illustrare le modifiche l’assessore ha evidenziato come la variazione più corposa sia di parte corrente, di circa 660mila euro, necessaria per corrispondere all’aumento delle utenze (luce e gas nelle scuole e negli edifici pubblici). “Se non facessimo questo tipo di scelta – precisa l’assessore – non sarebbe possibile ad esempio garantire luce e riscaldamento nelle scuole o l’illuminazione pubblica”. Supera la cifra di 200.000 euro la doppia variazione in conto capitale legata a due interventi di edilizia scolastica. Sono stati introdotti 60.000 euro per il secondo lotto della Leonardo da Vinci e 160.000 euro per il secondo lotto delle scuole del Borgaccio, in entrambi casi per interventi di adeguamento ed efficientamento già finanziati e di cui è stato necessario aggiornare il costo per coprire l’aumento dei prezzi dei materiali.
“La situazione è in evoluzione su entrambe le contingenze, caro materiali e costo dell’energia, e di conseguenza facciamo scelte prudenziali, in attesa di altre tipologie di intervento nonché di auspicabili risorse in grado di ristorare questi aumenti”, ha detto l’assessore che, sul fronte progettuale, si è soffermato sul complesso delle risorse attratte sui diversi canali di finanziamento (PNRR, Regione Toscana, Stato) grazie ad un percorso di condivisione, analisi e approfondimento costantemente promosso.
Per quanto riguarda i finanziamenti di diretta attuazione da parte del Comune, sono otto gli interventi di rigenerazione urbana finanziati con progetto presentato su bando specifico, per complessivi 4,7 milioni di euro (tre a Staggia, due nel centro di Poggibonsi, la ciclabile fino a Campostaggia). Cinque gli interventi di “ABCura”, uno dei dieci progetti selezionati dalla Regione per accedere alla programmazione europea (complessivi 10milioni di euro per social housing in via Aldo Moro, riqualificazione di viale Garibaldi, efficientamento del Politeama, completamento dell’Archeodromo, riqualificazione Fortezza e Fonte delle Fate). Oltre 5 milioni di euro sono le risorse per interventi di adeguamento ed efficientamento delle scuole del territorio (Leonardo Da Vinci, Borgaccio, Pieraccini, Rodari e Sangallo). 3,5 milioni di euro sono le risorse attratte su progetti candidati dalla Società della Salute. Un’azione progettuale che proseguirà su tanti e diversi livelli. Procede inoltre la fase di pianificazione che riguarda tematiche come i rifiuti, la mobilità con il PUMS, il risparmio e dell’efficientamento energetico attraverso il PAESC, la materia urbanistica.

I due atti sono stati approvati con il voto negativo di Poggibonsi Nuova e con i voti positivi di Partito Democratico, Poggibonsi Può, Vivacittà, Avanti Poggibonsi.

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su