data aggiornamento 19/11/2021

Via Sangallo, incontro con una delegazione di residenti e attività

18 novembre 2021

“Un progetto che porterà a riqualificare l’area e a renderla più a misura di persona, più vivibile e quindi anche più attrattiva. Un intervento pubblico che sarà motore di una operazione più vasta di rigenerazione dell’area per come progettata negli strumenti urbanistici”.
Il sindaco David Bussagli interviene sui lavori in via Sangallo, dopo l’incontro avuto nei giorni scorsi insieme agli assessori della Giunta con una delegazioni di residenti e di attività della zona.
“Già nelle settimane scorse avevo incontrato alcuni residenti – dice il sindaco – e ringrazio nuovamente per la disponibilità all’ascolto e alla proposta”. Su alcune questioni poste, come quella della pulizia delle strade, è stato rinnovato l’impegno a raccogliere le esigenze manifestate.
Il tema centrale dell’incontro e delle preoccupazioni è stato quello della diminuzione di spazi di sosta. “Abbiamo ribadito – dice il sindaco – il nostro impegno a valutare altre possibilità presenti, sempre nel contesto della trasformazione urbanistica a cui quell’area è destinata e in cui questa opera si colloca. Un’opera pubblica che non esaurisce le opportunità presenti ma le valorizza, come sempre accade”.
“Il tema della sosta è comprensibile – dice il sindaco - ma ci sono dei punti fermi da cui non possiamo prescindere, a partire dal fatto che via Sangallo ha decisamente bisogno di un nuovo equilibrio fra le diverse funzioni presenti per superare elementi oggi critici e per guadagnare in vivibilità”. “Gli spazi pubblici di un quartiere o di una città devono poter rispondere ad una molteplicità di esigenze che non possono essere ricondotte esclusivamente a una – dice il sindaco - La necessità è quella di gestire e di risolvere le contraddizioni tipiche delle città conciliando esigenze diverse, di vivibilità, di sicurezza, di sostenibilità ambientale, anche di mobilità alternativa. A Poggibonsi abbiamo una rete ciclopedonale che si estende sia dentro la città che nel territorio aperto e su questo occorre andare avanti con un percorso di implementazione che, in questo caso, contiamo di sviluppare fino alla scuola superiore e quindi fino all'ospedale con il tanto atteso tragitto per raggiungerlo in sicurezza”.
“Parliamo del progetto di via Sangallo dal 2015, dall'inizio del lungo iter che ha portato a definire il Progetto di Innovazione Urbana su cui abbiamo attratto risorse europee anche in seguito ad un percorso di partecipazione promosso – chiude Bussagli - L’iter è poi proseguito con i vari step e i diversi livelli progettuali fino ai lavori di Acque spa, propedeutici all'opera, e all’attivazione del cantiere, fase attuale e inevitabilmente complessa. Ci saranno altre occasioni di incontro e c’è l’evoluzione del cantiere da monitorare per concretizzare un intervento che porterà benefici a tutta l’area e a tutta la città, che cambia e si trasforma ripensando gli spazi urbani e le connessioni come strumenti per migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su