data aggiornamento 03/11/2022

AVVISO ALLA CITTADINANZA - PARTECIPAZIONE AI PROCEDIMENTI DI AVVIO DELLA VARIANTE 4 AL PO E CONTESTUALE VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' A VAS

AVVISO ALLA CITTADINANZA - PARTECIPAZIONE AI PROCEDIMENTI DI AVVIO DELLA VARIANTE 4 AL PO E CONTESTUALE VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A VAS AI SENSI DELL'ART. 17 DELLA LR 65/2014 E DELL'ART. 22 DELLA LR 10/2010.

I documenti relativi ai procedimenti in oggetto sono visibili alle seguenti pagina della trasparenza:

VARIANTE 4 PO: NORMATIVA
VERIFICA ASSOGGETTABILITÀ A VAS VARIANTE 4 PO

L’Amministrazione Comunale invita a prendere visione della documentazione relativa ai procedimenti di avvio e contestuale verifica di assoggettabilità a VAS finalizzata all’approvazione della Variante n. 4 al Piano Operativo: Normativa, ai sensi dell’art. 17 LR 65/2014, variante urbanistica di tipologia ordinaria e carattere manutentivo della normativa di Piano.

Ai sensi del comma 2 dell’art. 17 della LR 65/2014, per gli strumenti urbanistici soggetti a VAS, l’avvio del procedimento è effettuato contemporaneamente all’invio del documento preliminare di cui all’art. 22 e 23 co. 2, della LR 10/2010.

La Variante n. 4 al Piano Operativo: Normativa, che questa Amministrazione ha avviato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 225 del 18/10/2022, così come si evince dal Documento Preliminare di VAS pubblicato sul sito del Comune di Poggibonsi nella Sezione Amministrazione Trasparente, è conseguente alle valutazioni inerenti alcune richieste, pervenute al Settore Gestione e Pianificazione del Territorio (GPT), nella forma di contributo scritto ovvero di osservazione nell’ambito delle varianti semplificate agli strumenti urbanistici, di revisione puntuale della disciplina di Piano Operativo conseguenti ad approfondimenti relativi alla effettiva fattibilità di interventi ed acquisiti nel corso di quasi 3 anni di applicazione e gestione dello strumento urbanistico stesso.

Dato atto che tale variante non comporterà né variante al Piano Strutturale vigente, né modifica del perimetro del territorio urbanizzato vigente, definito ai sensi dell’art. 224 della LR 65/2014, né individua nuove previsioni esterne al territorio urbanizzato.

Atteso che:

  • la variante normativa risulta necessaria al fine di aggiornare e allineare la disciplina generale in alcune sue parti, tenendo conto delle più recenti modifiche normative, ed in particolare, quelle apportate al DPR 380/2001 e smi nonché alla LR 65/2014 a seguito del recepimento del Decreto Legge. n. 76/2020 (“Decreto Semplificazioni”), convertito in L. 120/2020, che hanno introdotto innovazioni significative, talvolta immediatamente incidenti su alcune strategie d’intervento previste dal Piano Operativo, che necessitano di un’attenta valutazione al fine di essere correttamente aggiornate e/o integrate;
  • ulteriore finalità della presente variante è correggere gli errori materiali, nonché i refusi aggiornare i riferimenti normativi che sono cambiati nel periodo successivo all’approvazione ed entrata in efficacia del Piano Operativo (a partire dal 15/11/2019);
  • la presente variante avrà pertanto un’impronta prettamente manutentiva ed andrà a modificare solo l’apparato normativo del Piano Operativo per le parti che riguardano la disciplina del patrimonio edilizio esistente all’interno ed all’esterno del territorio urbanizzato, nonché la disciplina relativa agli interventi diretti di nuova costruzione e/o di ampliamento dei fabbricati esistenti, inserendosi in un percorso di revisione generale della strumentazione di pianificazione urbanistica comunale, già iniziato con l’avvio del procedimento per la redazione del nuovo Piano Strutturale di cui alla DCC n. 60 del 20/11/2019.

Richiamata inoltre la Direttiva n. 36 del 07/06/2022 con la quale la Giunta Comunale ha dettato i criteri di indirizzo circa la formazione di apposita variante al Piano Operativo, al fine di risolvere alcune criticità emerse e facilitare il recupero del patrimonio edilizio esistente in territorio rurale schedato come di scarso valore (SV), ma che oggi contrariamente a quanto rappresentato nelle schedature di Quadro Conoscitivo a disposizione dell’Ente, risulta essere collabente o crollato ovvero parzialmente demolito, sempre nel pieno rispetto della filosofia di Piano nonché del principio ormai consolidato della riduzione del consumo di suolo.

In data 24/10/2022 con nota prot. 37959/2022 è stato trasmesso, ai sensi dell’art. 22 della LR 10/2010, dall’Autorità Competente comunale ai Soggetti Competenti in materia Ambientale (SCA) il Rapporto Preliminare di verifica di assoggettabilità a VAS con la richiesta di far pervenire i relativi pareri e contributi entro 30 giorni dal ricevimento dello stesso.

In ottemperanza a quanto previsto nel documento di avvio del procedimento allegato alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 225 del 18/10/2022 e dall’art. 3 comma 2 lett. d delle Linee Guida sui livelli partecipativi, ai sensi dell’art. 36 comma 5 della LR 65/2014, e dato il perdurare dell’emergenza COVID, l’A.C. invita la cittadinanza a partecipare al procedimento di verifica di assoggettabilità a VAS presentando contributi scritti tramite inviando una mail all’indirizzo del garante dell'informazione e partecipazione, di seguito riportato:

t.marsili@comune.poggibonsi.si.it
Tutta la documentazione relativa al procedimento di VAS e alla variante in oggetto è consultabile nella sezione Amministrazione Trasparente / Pianificazione e governo del territorio (indicate in precedenza)

Responsabile del Procedimento: Arch. Vito Disabato
Dirigente del Settore Gestione e Pianificazione del Territorio
e-mail: qualitaurbana@comune.poggibonsi.si.it

Garante della Comunicazione: Dott.ssa Tatiana Marsili
e-mail: t.marsili@comune.poggibonsi.si.it

 

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su