data aggiornamento 21/05/2014

Bilancio 2013, conti a posto e ditte pagate

Comunicato del 23/04/2014
Conti in ordine, servizi mantenuti, opere completate, ditte pagate. Sono questi, in estrema sintesi, alcuni elementi salienti del Bilancio 2013 che sarà discusso nel corso della prossima seduta del Consiglio Comunale in programma per sabato 26 aprile a partire dalle 8,30. L’esercizio 2013, caratterizzato dal perdurare di una situazione socioeconomica gravissima in tutto il Paese, si chiude in equilibrio, senza debiti fuori bilancio, nel rispetto del Patto di Stabilità. Da sottolineare l’avanzo di 1,8milioni di euro, la diminuzione di tutte le entrate, tributarie e extratributarie, e il tasso di copertura dei servizi a domanda da parte delle famiglie che diminuisce e che incide sulla fiscalità generale per circa 2,5milioni di euro. Nel corso del 2013 è proseguita l’azione legata all’estinzione dei mutui. Si è avuta l’estinzione anticipata di due mutui con la Cassa Depositi e Prestiti, uno del 2006 ed uno del 1996, per un risparmio annuo di interessi pari a 42 mila euro ed un risparmio complessivo di oltre 260 mila euro. Complessivamente in cinque anni sono stati estinti mutui pari ad oltre 8milioni di euro.
I servizi e la sanità. Nel Bilancio 2013 è stato salvaguardato il complesso dei servizi alla persona attraverso la conferma delle risorse per la Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa, il mantenimento di un sostegno significativo al Fondo affitti, la tutela del settore educativo e socio-educativo. In tema scuola, nel 2013 ha preso il via il nuovo corso degli Istituti Comprensivi attivati dopo un complesso percorso che ha visto la partecipazione di tutti gli attori coinvolti e il supporto della Regione Toscana. Nel corso dell’anno la Conferenza Zonale ha assunto un ruolo centrale così come il Coordinamento pedagogico di area. Nel corso del 2013 è stata mantenuta alta l’attenzione nel contesto di riorganizzazione sanitaria. Proprio in apertura dell’anno si è svolto a Poggibonsi il Consiglio Comunale aperto e straordinario dedicato alla sanità, momento centrale di un percorso che ha portato alla recente firma del protocollo con la Usl.
I lavori pubblici. L’apertura di Accabì-Hospitalburresi ha rappresentato un momento centrale nell’anno con un’inaugurazione che ha visto la partecipazione di circa duemila persone. Questa apertura ha seguito in ordine cronologico quella della nuova via Carducci avvenuta sempre nel 2013; passi di un percorso di riqualificazione urbana, storica, sociale e culturale, che la città ha avviato due decenni fa. Grazie a scelte portate avanti e al decreto sblocca pagamenti l’Amministrazione è riuscita a saldare quasi il 100% delle opere realizzate, a tutela delle ditte impegnate. Questo ha consentito di procedere con l’iter che ha portato a far iniziare i lavori di recupero delle mura della Fortezza. Fondamentale inoltre la grande attività di progettazione, che è proseguita e che comporta la possibilità di avviare l’iter di realizzazione non appena si aprono spiragli nel Patto di Stabilità, come ad esempio nell’edilizia scolastica. Mantenuto l’impegno per la manutenzione di aree verdi (comprese quelle di nuova acquisizione), strade urbane ed extraurbane, pubblica illuminazione.
In apertura del 2013 sono stati presentati i positivi e concreti risultati raggiunti al progetto “competitività e innovazione in Valdelsa” che ha portato ad attrarre oltre 9milioni di euro sul territorio a sostegno di progetti imprenditoriali. L’impegno a sostegno dello sviluppo economico è proseguito a livello di area, e con Colle ha visto strutturare il percorso per il Piano di Promozione Turistica Integrata nell’ambito degli Otd. Nel luglio 2013 è stato adottato il Piano Strutturale, momento centrale dell’intera attività amministrativa. Sul fronte urbanistico è stata forte l’attività dell’Amministrazione con quella di Barberino Val d’Elsa per condividere la gestione delle aree di confine.
Dopo la votazione sul Conto Consuntivo 2013 il Consiglio Comunale di sabato 26 aprile prenderà in esame il Bilancio di Previsione 2014 che sarà discusso e messo in approvazione.

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su