data aggiornamento 17/10/2018

La Valdelsa ‘fa scuola’. Premio regionale per i percorsi di orientamento

Comunicato del 17 ottobre 2018

La Valdelsa ‘fa scuola’. Il progetto ‘Orientamento narrativo per la prevenzione della dispersione scolastica’ promosso nell’ambito del Piano Educativo Zonale Altavaldelsa è stato riconosciuto fra le best practices dalla Regione Toscana. La premiazione avverrà venerdì 19 ottobre all’interno della fiera Didacta, che si svolge alla Fortezza da Basso a Firenze e che rappresenta la più importante manifestazione di carattere nazionale dedicata alla scuola e alla formazione rivolta alle istituzioni, dirigenti scolastici, docenti, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola.
“Un attestato di qualità che coinvolge tutto il mondo della scuola, studenti e docenti che hanno partecipato con soddisfazione al percorso promosso – dice Susanna Salvadori, assessore alle Politiche Educative del Comune di Poggibonsi, Comune capofila della Conferenza Zonale per l’Istruzione - Un risultato che premia anche il lavoro di area portato avanti sui temi dell’istruzione e che ci spinge a proseguire mettendo in campo perennemente una progettualità innovativa in grado di farsi carico dei bisogni emersi”.

Il progetto ‘Orientamento narrativo per la prevenzione della dispersione scolastica’ è stato realizzato da Associazione Pratika, Università degli Studi di Perugia, Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa, Regione Toscana (con il sostegno della Fondazione CR Firenze).
Ha coinvolto complessivamente 644 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Valdelsa. Nelle scuole medie si è lavorato con gli studenti sulla conoscenza di sé per definire progetti a breve e medio termine. Attraverso un incontro per plesso si è cercato di fare in modo che ciascun allievo riuscisse a strutturare un proprio ‘libretto’ nel quale fotografare la sua situazione presente e le proprie aspirazioni. Un modo per far emergere domande e aiutare i ragazzi ad elaborare risposte e percorsi.
Nelle scuole secondarie di secondo grado l’obiettivo è stato quello di rafforzare le abilità fondamentali per l’auto orientamento stimolando la riflessione sull’identità personale, sulle scelte formative e professionali, sulle risorse e sui limiti. Il percorso orientativo e formativo ha coinvolto un gruppo di ragazzi (due volontari per ogni classe seconda degli istituti) che sono stati destinatari dell’ordinamento e, al contempo, si sono preparati per fare da tutor ai loro compagni. In entrambi i casi il percorso si è sviluppato attraverso stimoli narrativi legati a film, libri, canzoni.
Accanto agli studenti sono stati 110 i docenti coinvolti nei percorsi formativi per promuovere la conoscenza e l’utilizzo di pratiche didattiche innovative e diffondere nuove strategie di orientamento con l’obiettivo di progettare la realizzazione di un curricolo verticale. Strumento quest’ultimo attualmente presente soltanto in Trentino.
“Alla fine dell’anno scolastico abbiamo voluto organizzare un incontro di restituzione dei progetti messi in campo – dice Salvadori – E’ emersa una significativa soddisfazione per il percorso svolto, con una valutazione che aveva superato l’80% tra i ragazzi e il 60% tra gli insegnanti.
Il premio della Regione è una ulteriore conferma”. Alla premiazione, effettuata dall’assessore Regionale a Istruzione, Formazione e Lavoro Cristina Grieco, sarà presente il Sindaco di Poggibonsi David Bussagli, l’assessore Salvadori, Federico Batini per l’associazione Pratika che ha realizzato il progetto, tre studenti che hanno preso parte al progetto.

In comune

La città

Eventi e turismo

Torna su