Comune di Poggibonsi

data aggiornamento 03/10/2017

Valdelsa, nasce la carta dei servizi educativi e ‘debutta’ a Didacta

Comunicato del 27 settembre 2017

Un debutto d’eccezione per la neonata Carta dei Servizi educativi dell’Altavaldelsa. La Carta, curata dal coordinamento pedagogico zonale, è stata realizzata nell’ambito del Piano Educativo Zonale ed è presente presso lo stand della Regione Toscana alla fiera Didacta che si svolge a Firenze.

“Proseguiamo un percorso di qualità che vede da sempre i nostri cinque Comuni attenti e sensibili alle tematiche educative – dice Susanna Salvadori, assessore alle Politiche educative del Comune di Poggibonsi, Comune capofila della Conferenza Zonale – Un percorso che Casole d’Elsa, Colle di Val D’Elsa, Poggibonsi, Radicondoli e San Gimignano hanno avviato fin dagli anni ’80 e che gradualmente ha determinato una identità forte in ambito educativo”. La Carta dei Servizi è un documento informativo e illustrativo dei servizi presenti e del loro significato nei confronti della comunità, dei bambini e delle bambine e delle loro famiglie. “Essere presenti con questo documento a Didacta fa piacere – prosegue Salvadori – Significa promuovere in un contesto prestigioso la qualità presente nei nostri servizi, che nasce dalle professionalità presenti, dagli spazi, dalla progettualità sempre messa in campo”.

La Fiera Didacta Italia si svolge alla Fortezza da Basso di Firenze da oggi, 27 settembre e fino al 29 settembre. Si tratta della prima edizione italiana del più importante appuntamento fieristico a livello europeo dedicato all'istruzione ed alla formazione con l'obiettivo di favorire il dibattito sul mondo dell'istruzione tra enti, associazioni, imprenditori, addetti ai lavori. A Firenze, nello stand della Regione Toscana, sono presenti anche i servizi educativi dell’Altavaldelsa tramite progetto pedagogico e Carta dei Servizi. La Carta, come si spiega nella introduzione, è un patto fra chi offre e gestisce un servizio e chi ne fruisce; uno strumento di base e di intenti attraverso cui la pubblica amministrazione fa conoscere i propri servizi, esplicita i propri valori e la propria identità organizzativa e si fa garante nei confronti nei cittadini e nello specifico degli utenti, di realizzare e perseguire con trasparenza indirizzi e pratiche di qualità ed efficienza. Nella Carta si approfondisce il progetto pedagogico come scelta di qualità nelle politiche educative, come idea costruttiva di futuro e di infanzia. C’è il contesto normativo in cui i servizi zonali operano, c’è il modello del Tuscan Approach, ci sono i valori da promuovere, i significati e le pratiche della qualità, i diritti (dalla parte dei bambini), la comunicazione di rete, gli indicatori pedagogici, gli obiettivi del coordinamento, il valore della continuità 0-6, il tema dello spazio come curricolo, le buone pratiche nei confronti delle famiglie.

La Carta dei Servizi sarà a disposizione dei servizi educativi dei Comuni.

In comune

La città

Eventi e turismo