Comune di Poggibonsi

data aggiornamento 20/11/2014

Tutela Civica

Riferimento normativo: Statuto Comunale - Regolamento Tutela Civica

 

Il Comune di Poggibonsi ha previsto nello Statuto un Collegio della Tutela Civica per garantire i cittadini che si trovassero ad avere delle controversie amministrative con lEnte prima che vengano esperiti i rimedi previsti dallordinamento generale.
La tutela civica affidata al Collegio della tutela civica, considerato a tutti gli effetti come Commissione Consiliare permanete. Al Collegio partecipa di diritto il Segretario Generale. Il regolamento per listituzione del Collegio della tutela civica detta le norme sui termini, organizzazione e funzionamento del Collegio stesso.

Chiunque affermi una lesione di un proprio interesse in conseguenza di un provvedimento emanato dagli organi comunali pu proporre ricorso in unica istanza al Collegio per motivi inerenti la legittimit.

 

Il ricorso deve essere presentato entro 20 giorni dalla pubblicazione del provvedimento.

Le udienze del Collegio sono pubbliche e si svolgono mediante un dibattimento nel quale il ricorrente espone i motivi del ricorso; le controdeduzioni dellAmministrazione sono svolte dal responsabile del Settore interessato o suo delegato.

 

Il ricorso della tutela civica non sospende i termini dei ricorsi giurisdizionali ed amministrativi previsti dall'ordinamento generale ed facoltativo e non alternativo ad essi.

 

I cittadini, per la tutela dei loro diritti nei confronti della Pubblica Amministrazione, possono rivolgersi anche al Difensore Civico della Regione Toscana

Competenze

Il Difensore civico regionale non un avvocato, n un magistrato, n un politico, ma un cittadino eletto dal Consiglio Regionale, chiamato in piena autonomia a difendere i diritti e gli interessi dei cittadini nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, nel rispetto dei principi di imparzialit, efficienza, equit, trasparenza.
Il Difensore civico interviene nei confronti di tutte le amministrazioni pubbliche operanti in Toscana (dai Comuni alle Province, alle Comunit Montane, fino agli Uffici periferici dello Stato) e dei privati che gestiscono pubblici servizi.
Il Difensore civico della Regione Toscana la Dr.ssa Lucia Franchini

Cosa può fare

Su istanza dei soggetti interessati, il Difensore civico interviene nei casi di cattiva amministrazione (ritardi, disfunzioni, omissioni, abusi, etc), accerta la regolarit dei procedimenti, propone modifiche o riforme amministrative.
Le sue competenze gli permettono di intervenire nelle controversie fra cittadini e Pubblica Amministrazione e quindi escludono ogni questione relativa a rapporti fra privati.

Chi può chiedere il suo intervento
Chiunque ha il diritto di chiedere l'intervento del Difensore civico della Regione Toscana, comprese le persone giuridiche, le Associazioni, le formazioni sociali.

Quando chiedere il suo intervento
Quando un cittadino si ritenga danneggiato nei suoi diritti e interessi da comportamenti ed atti di un amministrazione pubblica o di un servizio pubblico

Come chiedere il suo intervento
L'intervento del Difensore civico della Regione Toscana gratuito e pu essere richiesto senza particolari formalit, per telefono (n. verde 800 018488 ), per fax (055 210230) per lettera, (indirizzo dellUfficio: Via de Pucci 4 50122 Firenze) tramite email o di persona (su appuntamento telefonando al n. verde o al n. 055 2387800).


COLLEGAMENTI UTILI
Per saperne di più link sito esterno

In comune

La città

Eventi e turismo